Parodontite

Per gestire al meglio la parodontite a Varese rivolgiti al nostro studio

Cerchi medici dentisti che si occupino della cura del cavo orale e in particolare della gestione delle malattie del parodonto quale la parodontite a Varese o in provincia?

Presso lo Studio di Varese potrai trovare un ambiente sereno e attrezzato, uno staff qualificato e in continuo aggiornamento un Medico Chirurgo Odontoiatra di grande esperienza quale il dott. Cappelletti, che da diversi anni presta la propria competenza per occuparsi al meglio della vostra salute.

Lo studio è facilmente raggiungibile dalla zona di Varese e provincia, Busto Arsizio, Gallarate, Solbiate Arno, Gazzada, Luini e Tradate.

Che cos’è la parodontite? Quali sono le cause, la diagnosi, com’è possibile prevenirla o trattarla?
E’ possibile effettuare una diagnosi preventiva della parodontite?
Come è possibile individuare con precisione lo stato della parodontite?
Quali sono i segnali per riconoscere un probabile principio di infezione del parodonto?
E’ possibile prevenire la parodontite?
Che cos’è la parodontite? Quali sono le cause, la diagnosi, com’è possibile prevenirla o trattarla?

Studio della parodontite Varese: che cos’è la parodontite, le cause, la diagnosi, prevenzione e trattamenti

Con il termine parodontite si intende un’infezione batterica che, associata ad altri fattori quali fumo o una predisposizione ereditaria, danneggiano il parodonto, ossia la zona delle gengive, l’osso e i tessuti a sostegno dei denti.

Se sospettate un principio di parodontite contattate lo studio di Varese, e fissate un appuntamento con il dottor Cappelletti per un consulto!

La parodontite è spesso indolore e non è facile accorgersene in tempi utili; spesso infatti ci si rende conto dell’infezione solo quando gengive e tessuto osseo sono già compromessi.

A causa dell’evidente difficoltà nell’individuare lo stato effettivo, la parodontite è una delle cause più frequenti della perdita dei denti negli adulti; visite periodiche e regolarei permettono di fare una diagnosi tempestiva e in tempi utili per intervenire e mettere in atto le misure di prevenzione e trattamento.

Tra le cause scatenanti della parodontite troviamo:

  • La placca, una pellicola bianco-giallastra composta da batteri o residui di cibo che depositandosi sulla superficie dei denti, soprattutto in prossimità della gengiva, se non costantemente e correttamente rimossa, si indurisce fino a formare una patina calcarea ruvida chiamata tartaro, che rende difficoltosa la pulizia quotidiana del dente e lascia vita facile ai batteri che possono così proliferare e infiammare gengive, osso e tessuti circostanti
  • Il fumo si colloca fra i fattori di rischio più influenti
  • La predisposizione ereditaria
  • La gravidanza, e altri cambiamenti ormonale possono rendere le gengive più deboli
  • Lo stress che abbassa le difese immunitarie
  • Alcune categorie di farmaci
  • Il bruxismo, la tendenza a digrignare i denti di notte o in periodi di stress che alla lunga causa l’indebolimento delle strutture a sostegno dei denti
  • Il diabete

La parodontite si articola in tre diversi stadi:

  • la gengiva sana, che proteggge in maniera corretta l’osso sottostante garantendo la stabilità ai denti
  • la gengivite, il primo stadio della parodontite nel quale le gengive diventano rosse, gonfie, sanguinano facilmente ma si tratta ancora di uno stadio del disturbo reversibile
  • la parodontite ( o piorrea) stadio successivo alla gengivite che coinvolge non solo l’osso ma anche la gengiva e le strutture che sostengono i denti che diventano così mobili fino a cadere o a dover essere estratti.

GENGIVA SANA
GENGIVITE
PARODONTITE
E’ possibile effettuare una diagnosi preventiva della parodontite?

La diagnosi della parodontite

Valutando la presenza di placca e tartaro, se le gengive sanguinano, sono gonfie e i denti presentano mobilità o sono particolarmente sensibili, è possibile individuare la presenza di un’infezione del parodonto: in casi come questo, di sospetto del disturbo, il dottor Cappelletti nel suo studio di Varese interviene con delle radiografie per assicurarsi dello stato reale della malattia.

La malattia del parodonto va ad alterare la condizione normale in cui la gengiva è staccata dal dente per un’altezza di circa 2 – 3 mm ( si tratta del solco gengivale) e aumenta tale spazio creando una vera e propria tasca, definita tasca parodontale all’interno della quale si accumulano placca e batteri impedendo una corretta igiene e alimentando lo sviluppo dell’infezione.

Come è possibile individuare con precisione lo stato della parodontite?

Come accorgersi della parodontite

Attraverso una serie di esami e di strumentazioni è possibile distinguere la parodontite dal suo stato precendente, la gengivite; con un sondaggio parodontale si inserisce infatti una piccola sonda tra dente e gengiva che ha lo scopo di misurare la profondità della tasca parodontale che si è formata e stabilire così il grado di gravità dell’infezione.

Quali sono i segnali per riconoscere un probabile principio di infezione del parodonto?

I segnali per riconoscere un probabile principio di infezione del parodonto

Se le tue gengive sanguinano facilmente, sono gonfie, rosse o sensibili, scostate dai denti, presentano fuoriuscita di pus, oppure soffrite per l’alito sgradevole o sapori fastidiosi persistenti nel cavo orale, se i vostri denti presentano eccessiva ed evidente mobilità con spostamenti e creazioni di spazi fra denti e denti, rivolgetevi al nostro studio dentistico di Varese, in cui potrete ottenere una diagnosi per intervenire rapidamente e scongiurare situazioni più gravi e complicate.

E’ possibile prevenire la parodontite?

Parodontite Varese: come prevenire la malattia

Prestando la dovuta attenzione all’igiene del cavo orale è possibile scongiurare l’insorgere di infezioni quali la parodontite.

Utili accorgimenti possono essere:

  • lo spazzolare i denti correttamente dopo ogni pasto usando un dentifricio a base di fluoro
  • usare il filo interdentale per pulire gli interstizi fra dente e dente
  • adottare un’alimentazione sana
  • evitare il fumo
  • recarsi regolarmente dal proprio dentista per sedute di pulizia professionale e visite di controllo

In caso di insorgenza di una parodontite a Varese rivolgetevi al nostro studio. È necessario affrontare la malattia in base alla sua gravità: nei primi stadi dell’infezione è sufficiente rimuovere la placca, il tartaro e i tessuti infiammati dalla superficie dei denti e all’interno delle tasche parodontali; questa pulizia profonda definita curettage viene utilizzata per curare i primi stadi della malattia del parodonto e vengono previste diverse sedute a seconda della necessità.

Il dentista utilizzerà diversi strumenti per rimuove in maniera totale la placca e il tartaro e liberare denti e gengive dall’insidia dei batteri e scongiurare il peggiorare dell’infezione. In seguito alla rimozione del tartaro e della placca il dentista si occuperà di levigare le superfici della radice del dente rimuovendo lo strato danneggiato dalle tossine e permettendo così il riattacco della gengiva alla superficie del dente ora pulita.

Questo trattamento, definito scaling o root planing permetterà di ripristinare la superficie del dente, le gengive e ridurre le tasche parodontali che si erano create con l’insorgere dell’infezione arginando il proliferare dei batteri e scongiurando l’estrazione del dente, conseguenza estrema di una parodontite trascurata o non curata in tempi utili.

Per evitare che infezioni quali la parodontite compromettano in maniera seria e definitiva la salute del vostro cavo orale è importante prestare particolare attenzione alla cura e alla salute dei vostri denti, attraverso piccoli accorgimenti nella vita di tutti i giorni e visite periodiche e regolari presso degli studi dentistici validi: a Varese trovate lo studio del Dottor Cappelletti.

STUDIO DENTISTICO CAPPELLETTI

La tua salute dentale è la nostra priorità.

Menu